INTONACI DI ARGILLA

 

L’intonaco è lo strato di rivestimento delle murature. L’intonaco di argilla è usato prevalentemente per le superfici interne conferendo un particolare aspetto materico. L’alto grado di igroscopicità comporta una buona capacità di regolazione igroscopica degli ambienti.

INTONACO DI FONDO

 

L’intonaco di fondo è costituito da un mix di argilla e inerti. Si tratta dello strato sottostante alla finitura che può essere lasciato anche come finitura grossolana conferendo agli spazi forti sensazioni materiche.

Si tratta di una malta composta da un mix di argilla e inerti quali: sabbie carbonatiche, silicee e in particolari contesti di bioedilizia: sughero, legno, fibre vegetali etc.

INTONACHINO DI FINITURA

 

L’intonachino è lo strato di finitura dello spessore di 1 – 3 mm costituito da argilla e inerti a granulometria finissima che può variare da 0,2 a 2 mm.

Si tratta di una malta composta da argilla, fibre vegetali e sabbia: sabbie carbonatiche, silicee e, in particolari contesti di bioedilizia: sughero, legno, paglia etc.

INTONACO DI FONDO

 

L’intonaco di fondo è costituito da un mix di argilla e inerti. Si tratta dello strato sottostante alla finitura che può essere lasciato anche come finitura grossolana conferendo agli spazi forti sensazioni materiche.

Si tratta di una malta composta da un mix di argilla e inerti quali: sabbie carbonatiche, silicee e in particolari contesti di bioedilizia: sughero, legno, fibre vegetali etc.

Schede tecniche